Tu sei qui: Home Eventi Escursione Foresta Demaniale di Roccarainola

Escursione Foresta Demaniale di Roccarainola

PDF  Stampa  E-mail 

escursione 2giugno.jpg

Sottosezione Cai Roccarainola - CAI Napoli-

Percorso (A/R):
Centro Servizi Fossa Agnone , Sentiero Botanico, Sentiero Costa di Pietra, Veduta del
Sindaco-Dottoriello,Cisterna del Faggitiello, Fossa della
Neve.

Difficoltà: E(Escursionistico)
Dislivello salita: 550 m;
Durata: 8 ore (compreso soste)
Lunghezza km 15


Appuntamento : Centro Servizi Fossa Agnone ,8:30 AM
https://www.google.com/maps/search/?api=1&query=Foresta+Regionale+di+Roccarainola&query_place_id=ChIJRdW4qpRNOhMRqhc-8b03mDw

Obbligatoria la prenotazione

Attrezzatura necessaria:
-OBBLIGATORIA: scarpe da trekking con suola vibram o simile,  repellente antipuntura zecche e insetti ,
indumenti idonei alla stagione, protezione da pioggia/vento, mascherina
-CONSIGLIATI: dotazioni personali di acqua almeno 2L, colazione a sacco, barrette energetiche,
sali minerali,ricevitore GPS o smartphone con l’app GeoResQ installata

Acqua assente in tutta la Foresta.

Itinerario:
Partendo dall’ingresso di Fossa Agnone si svolta a destra dove comincia il sentiero CAI
236 che costeggia, da un lato, l’area di coltivazione sperimentale del castagno da frutto e, dall’altro, l’area
pic-nic 1.
Si procede attraversando per intero la località Costa di Pietra dove la vegetazione è composta prevalentemente dal ceduo misto di roverella, carpino bianco, carpino nero, orniello e acero.
Il sottobosco, oltre che la presenza di felci, vede la predominanza della tipica macchia mediterranea (origano, alloro,biancospino,ecc…). Lasciata Costa di Pietra si giunge alla località conosciuta come Dottoriello(Veduta delSindaco), famosa per i suoi belvedere e gli scorci paesaggistici che consentono di ammirare, nelle giornate
di sole, lo spettacolo del Golfo di Napoli.
Dal Dottoriello si prosegue per Cisterna Faggitiello (dove vedremo un albero secolare Quercus cerris
(Cerro)-età >100 anni ) da dove si imbocca il sentiero CAI 218/A che attraversa la parte alta di Costa
Grande, dove si incontrano, oltre alla vegetazione mista tipica della foresta, anche splendidi esemplari di
nocciolo selvatico. Il sentiero 218/A prosegue per il sentiero CAI 218 fino ad un’altezza di circa 950 metri
portando il visitatore a Fossa Della Neve (dove vedremo un albero secolare Fagus Sylvatica (Faggio) -
età >100 anni ), uno dei luoghi più antichi della foresta. Da qui, imboccando un breve sentiero in salita, si
arriva alla cosiddetta “Caurarina”, il punto più alto della foresta (972 m.s.l.m). Il nome “Fossa della Neve”
deriva dalle fosse, le cosiddette neviere, che in questa località venivano scavate per la conservazione della
neve, pratica diffusa fino agli anni ’30 del ’900. La neve veniva posata in strati di circa un metro di altezza
coperti ognuno da uno strato di felci e foglie di faggio e infine da abbondante terreno. Nei mesi estivi le
fosse venivano aperte e la neve, trasformatasi in ghiaccio, veniva inviata al paese a dorso di mulo. Il
ghiaccio veniva impiegato per usi alimentari e medici: serviva per preparare sorbetti e bevande, conservare
i cibi, e utilizzato come riserva di acqua potabile per i tempi di siccità, per curare febbri, ascessi, contusioni.
Alcune delle fosse utilizzate in passato sono ancora visibili e una di esse contiene oggi le acque di un
piccolo lago, comparso negli anni ’90 contemporaneamente al prosciugarsi del pozzo situato in località
Piano del Pozzo. A Fossa della Neve si incontrano anche gli alberi più antichi della foresta, tra cui alcuni
faggi vecchi 300 anni.

A V V E R T E N Z E
a) I tempi di percorrenza sono calcolati in eccesso.
b) I Direttori di escursione si riservano di modificare in tutto o in parte l'itinerario in considerazione delle
condizioni meteorologiche e/o in caso si determino situazioni pericolose.
c) I Direttori per la loro responsabilità si riservano di escludere dalla propria escursione i partecipanti non adeguata-
mente attrezzati e allenati.
d) I partecipanti sollevano i Direttori e la Sezione e Sottosezione da qualsivoglia responsabilità per qualsiasi incidente o
inconveniente dovuti alla propria personale imperizia o alla mancata osservanza delle regole dell’andare in
montagna
e) I partecipanti si impegnano a rispettare rigorosamente gli orari stabiliti dal Direttore di escursione.
f) L'escursionismo E, EE, EAI, EEA e Cicloescursionismo sono attività potenzialmente pericolose se non praticate con
adeguata prudenza e cognizione di causa.
CONDIZIONI FISICHE:
Si richiede buona preparazione fisica in particolare per le escursioni di difficoltà classificate E (Escursionismo), EE(Escursionismo per Esperti), EAI (Escursionismo in Ambiente Innevato), EEA (Escursionismo per Esperti con
Attrezzatura), Cicloescursionismo e senso di responsabilità a ciascuno dei partecipanti.


COSTO: Gratuito per i soci Cai

Per i non soci Cai costo di €11,50 per assicurazione+soccorso alpino (quota che sarà interamente versata al Club Alpino Italiano dalla Sottosezione CAI Roccarainola)
Escursione Foresta Demaniale di Roccarainola.

Per info e prenotazioni:

Massimo Parisi 3290447269
Giovanni Lapesa 3384335690

A tutti i partecipanti sarà inviata scheda tecnica+ traccia gpx